NATALE CON FROZEN E COCO

Il natale 2017, vedrà come ogni anno, le tante attesissime sfide al box office e come da qualche tempo già accade, molti film, usciranno già a metà novembre, per non incappare nell’incetta natalizia. Disney fa parte di questa schiera di case di produzione, che la vedrà già impegnata nella nuova avventura di Star Wars, ma che come ogni anno, punta sul film d’animazione e se l’anno scorso, c’era Oceania, che in originale era Moana, quest’anno toccherà a Coco. Ma non ci sarà solo Coco, per aumentare l’attesa aggiungeranno, il nuovo cortometraggio di Frozen. Ormai sono diversi anni, che oltre al film ufficiale, ci sia anche un così detto pre-show, con una mini storia, tratta da un’altro film d’animazione Disney di successo. Forse Coco come anche Moana, non scaldano molto i cuori dei più piccoli, anche se come sempre, poi portano a casa ottimi risultati ai box office, perciò sarà Frozen, il vero asso nella manica. Già due anni fa, c’era stato un cortometraggio con protagoniste anna ed Elsa, dove Anna e l’amico Olaf, dovevano preparare la festa di compleanno della sorella, ovviamente con tante difficoltà. Adesso torneranno tutti e tre in questo secondo piccolo capitolo della saga, dal titolo Olaf’s frozen adventure, che durerà ben ventun minuti e che avrà anche delle nuovissime canzoni, tutto per traghettarci al natale 2019, per il sequel ufficiale di Frozen. Coco invece, vedrà le avventure di un giovane dalle belle speranze con la passione della musica, che si vedrà entrare nel mondo dei morti, anche se potrebbe sembrare una storia macabra, in realtà è un omaggio alla cultura messicana e alla sua giornata dei morti. Il Messico però, già all’inizio del progetto, aveva storto il naso, perchè vede in questa scelta, solo business, mentre Disney ha fatto sapere, che è un omaggio ai messicani che vivono in America ed a una tradizione, che gli Usa, conoscono poco. In Italia invece, come sempre, il film uscirà al ridosso del natale e a differenza degli Usa, sa benissimo in cosa consiste questa tradizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *