NATALIE PORTMAN NELLO SPAZIO

Lo spazio ha sempre affascinato il cinema, molti infatti le pellicole, che soprattutto negli ultimi anni, ci hanno portato oltre i confini della fantascienza e del futuro del nostro pianeta. Se il grande film al femminile fino adesso, sul tema è stato Gravity, con Sandra Bullock, quest’anno tra i confini terresti e gli astri stellari, arriverà Natalie Portman. Questa però è una storia vera, con uno di quei personaggi che piacciono tanto alla Portman, dove la follia prende sopravvento sulla coscienza. Si intitola Lucy in the sky e narra la storia vera di Lisa Marie Novak, che nel 1996, va nello spazio, ma al suo ritorno, qualcosa in lei è cambiato. Lisa, già capitano e pilota della marina militare, con un master in ingegneria aereonautica e anche in ingegneria aereospaziale, parte per una missione nello spazio. Madre di tre figli e moglie devota, rimanendo tra i cieli per diversi mesi, si innamora di un collega, ma quando torna a casa, quella che era una fantasia, diventa la realtà. Questo ritorno nel pianeta terra, le cambia completamente l’umore e la trasforma in una donna diversa, tanto che poi anche diversi medici, hanno dovuto studiare cosa le sia accaduto. Diventa possessiva, gelosa ed esce completamente dagli schemi della sua esistenza, tanto che dopo aver scoperto, la tresca dell’amante, con un’altra donna, nel 2007 ne tenta il rapimento e l’omicidio. Oggi il Capitano, sta ancora spettando la fine del processo e soprattutto sta ancora spettando la condanna, ancora più difficile per via della sua valutazione mentale che psicologici e psichiatri, stanno ancora studiando. Una storia anche spinosa, anche per la stessa Nasa, che non ama parlare dei fatti accaduti, ma che oggi diventa un film. Un personaggio diverso, un personaggio che dall’amore, passa all’ossessione, al controllo e alla violenza, per questo Natalie ha scelto di farlo, anche se in realtà doveva essere Reese Whitespoon ad interpretarla, ma poi ha scelto all’ultimo la serie tv Big little lies. Dopo l’Oscar vinto per Black Swan, Natalie torna alle donne con la doppia personalità, donne difficili e donne apparentemente usuali, ma che pian piano si trasformano in orchi. Un film che farà parlare di sé, appena si deciderà una data ufficiale d’uscita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *