HARLEY QUINN THE MOVIE

Chi avrà visto, Suicide Squad, uscito al cinema nel 2016, avrà capito che la vera rivelazione del film è lei, Harley Queen alias Margot Robbie e così dato il grande successo, ecco il suo “solo” movie, con Harley l’unica vera protagonista. Uscirà nel 2020 e si intitolerà, Harley Quinn Birds of prey (and the fantabulous emancipation of Harley Quinn), un titolo alla Lina Wertmuller, con la regia di Cathy Yan, una sconosciuta ancora per poco e che vede nel cast, oltre alla Robbie anche Ewan McGregor. Del Joker per adesso non c’è traccia, ma intanto il nuovo Joker, dal volto di Joaquin Phoenix è già al lavoro per il suo “solo” movie. In questo film ci saranno anche altre bad girls, che dovranno vedersela con il cattivo di turno, che fa già da ridere, visto che in realtà sarebbero loro le cattive, ma come sappiamo Harley, fu redenta dei sui peccati, in Suicide Squad. Harleen Frances Quinzel, era una giovane psicologa che suo malgrado, si infatuò di un certo Joker , che la plasmò a sua immagine e somiglianza e dunque, diede vita ad Harley e a tutta la sua cattiveria, ma si sa, al cuor non si comanda e Joker oltre ad abbandonarla, la fece anche arrestare. Da brava Bad Girl, Harley uscì di prigione, aiutando la polizia, proprio a ritrovarlo e catturarlo, così da diventare la nuova eroina di Gotham. Questo personaggio, comparve per la prima nel 1992, nella serie Le avventure di Batman e fu ispirato da un attrice di Soap Opera, che in un episodio si vestì da pagliaccia, Paul Dini, il suo fumettista, ne fu talmente folgorato, che la portò con lui, nel mondo della DC Universe e ne divenne subito, il nuovo personaggio pilastro. E dunque dopo, Wonder Woman e Cat Woman, anche ad Harley viene affidato un film tutto per lei e chi se non Margot Robbie poteva interpretarla. L’Australiana Margot, era appena reduce dal grande successo di The Wolf of Wall Street ed ecco che dopo una lunga seduta con venti tatuaggi, il personaggio di Harley era perfetto per lei, pure troppo, perché la produzione dovette allungare con il computer i suoi shorts, perché giudicati troppo sexy. Per sei mesi, ha fatto box, ginnastica, ha preso lezioni con la pistola ed ha pure voluto fare tutte le scene action del film, senza controfigura, per questo il tutto il cast maschile del film e pure il regista, hanno sempre speso lusinghiere parole su di lei e il suo grande entusiasmo nel preparare questo personaggio. E gli sforzi fatti, poi salvarono pur il film, un brutto brutto film, che solo lei è riuscita a salvare e grazie solo alle sue capacità è riuscita ad avere un film tutto suo, uno tra l’altro già nella lista dei più attesi del 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *