LE SCREAM QUEEN

Le scream queen, che si potrebbe facilmente tradurre come le regine dell’urlo, sono tutte quelle attrici, che nel corso della loro carriera, hanno fatto parte del cinema horror. Di solito sono donne vittime di qualche pazzo di turno e ovviamente sono pure carine e giovani, ma devono soprattutto essere credibili, nella loro paura, facendo distogliere l’occhio dello spettatore dal ketchup (il sangue). Ma poi l’elemento più famoso, sta sempre in quelle urla, girate e rigirate, senza mai perdere un filo di voce, sempre gridate in maniera sexy e attrattiva, per tutti gli spettatori maschi, i più grandi appassionati del genere. Già nel cinema muto, il gotico e il dark, aveva le sue eroine, di solito bionde e di bell aspetto, una di queste conosciute come la pioniera del genere fu Fay Wray. Ma è l’Italia con i suoi Mario Bava e Dario Argento a creare le più famose eroine, non solo viste come vittime, ma vere protagoniste, dalle anime tormentate e dalle menti diaboliche. La scuola italiana resta una delle più ammirate e viste in tutto il mondo, che ha regalato tanti incubi agli appassionati. E sono stati proprio gli anni settanta a far fare un grande passo artistico a questi film, non più visti come B-Movie, ma come opere d’arte complete. Ed ecco che in questi anni, arriva la Scream Queen, più famosa per la nostra generazione, Jamie Lee Curtis, regina della saga Halloween e che nel 2018, tornerà al cinema, proprio con il nuovo capitolo. Dopo di lei, sono arrivate, le eroine dei film made in Usa, di Wes Craven una sorte di Dario Argento d’oltre oceano, che ha dato carriera all’ululato di Neve Campbell o Sarah Michelle Geller, che negli anni novanta erano le reginette ufficiali del terrore. Anche se la paura negli anni è cambiata, la suspence, le colonne sonore incalzanti, le cupe fotografie e i rumori di sottofondo, hanno sempre fatto da eco a tutte queste donne, che negli anni non erano più vittime facili, ma molto più furbe e meno impaurite, della generazione precedente. In questi ultimi dieci anni invece, purtroppo, le storie banali, stanno dimezzando queste pellicole che vengono purtroppo, daneggiate grazie a brutti remake di film, che hanno fatto storia. Ultima regina di questi ultimi brutti anni è Vera Farmiga, molto più avanti come attrice, rispetto alle storie banali e alle regie puerili. La loro fama è tale, che una serie televisiva su Fox tv è incentrata proprio sul ruolo di queste donne, anche se qui, diventando la parodia divertente, di tanti stereotipi su questi tipi di film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *