MICAELA RAMAZZOTTI LA GOLDEN GIRL DEL CINEMA ITALIANO

Dopo aver portato a casa il David di Donatello per La pazza gioia, vincitore come film dell’anno, l’ennesima pellicola diretta dal marito, Paolo Virzì, Micaela Ramazzotti tornerà al cinema, nel film La tenerezza di Gianni Amelio. Micaela è oggi, la Golden girl, del cinema italiano, uno perchè ci ha regalato, i più bei personaggi degli ultimi anni, come nel caso della madre in La prima cosa bella o nel caso, del suo vero parto, filmato per il film Il nome del figlio. Due perchè essere giovane non è sempre sinonimo di svogliatezza, ma anche di impegno, di professionalità e di talento, che va alimentato e se ben diretta, può crearne veramente un ottima attrice. Non solo Virzì, ma anche Verdone, Lucchetti, Archibugi, Avanti, insomma tutti gli autori del cinema italiano attuale, l’hanno voluta accanto a se per i loro film, che l’ha vista cominciare con un banale, Zora la vampira, una commedia horror. La tenacia di non essere solo, la svampita bionda, l’ha portata ai brillanti risultati e alla maturazione artistica, che oggi vediamo. E fu il fratello di Virzì, a proporla al regista, per il casting di Tutta la vita d’avanti, che però non ne era del tutto convinto, ma poi alla fine l’ha pure sposata. Ovviamente le invidie, si sono subito fatte sentire, ma oggi siamo d’avanti ad una coppia del cinema, al pari di Begnini-Braschi, Castellitto-Mazzantini o Fellini-Masina. Ad aprile, invece, tornerà sugli schermi con altri due giovani, del cinema nostrano, Giovanna Mezzogiorno ed Elio Germano, con un film drammatico, con un rapporto genitori figli, ed un vecchio, che nei vicini di casa, avrà la possibilità di una nuova famiglia, che con i legami di sangue non centrano niente, ma l’amore e rispetto, saranno alla baso della loro relazione “famigliare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *