I FILM NOIR

I film noir sono stati una corrente artistica molto di moda nel cinema americano tra gli anni quaranta e cinquanta, un genere nato a bianco e nero, ma che anche nel colore ha avuto ha avuto le sue rivincite. Il genere ogni tanto torna di moda anche oggi, basti pensare ad uno dei film più famosi degli ultimi anni, L.A. Confidential, forse il più grande omaggio del cinema contemporaneo a questa corrente. Il termine fu coniato da alcuni critici francesi, che in quelle atmosfere cupe e dark, hanno coniato il nome “noir” “nero”, che però oltre ad una valenza cromatica, era anche sinonimo di quell’America, che stava vivendo il post crisi d i Wall di Street. Duecento cinquanta i film che posso definirsi dei veri noir, poi altri, che ne traggono ispirazione, ma che non lo sono del tutto. La prima pellicola ad essere stata definita Noir è del 1940 dal titolo Stranger fo the third floor, l’ultima, la saga di Sin City, il primo quello del 2005 e il secondo del 2014, anche se in ambedue i casi è un noir tecnologico, perchè aiutato dal computer e non dalla fotografia. Gli elementi del film noir: I personaggi sempre al limite tra legale ed illegale e sempre con un lato cupo, un personaggio perciò da scoprirsi nel tempo. Le femme fatale- ovvero donne come fulcro centrale della storia, mai troppo innocenti, ma che fanno girare la testa a tutti gli uomini. I personaggi principali- Investigatore, criminale e comparse che potrebbero sembrare tutti colpevoli. Omicidi e soldi scoparsi diventano le storie principali. Storie costruite come un labirinto e con tanti flash back. Luci sempre soffuse, molto scure e con tante penombre. Fumo e alcool come piovesse. Primi piani e tanti particolari da sottolineare. Rivelazione solo nel finale. Parte centrale della situazione è di sicuro la sceneggiatura, che deve essere credibile, anche nei metodi di indagine e nelle procedure della polizia. Il finale, deve essere chiaro per tutti e non deve lasciare dubbi nello spettatore. L’happy end in questo caso è puramente relegato al cattivo che viene scoperto ed incriminato, qualsisia storia d’amore è in secondo piano e ben poche volte a lieto fine, con amori intriganti in cui i personaggi hanno anche dei dubbi l’uno sull’altro. Sono pellicole dunque da riscoprire e da vedere assolutamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *