LA REGISTA DEL POTERE NAZISTA

Non tutti sanno che nel mondo nazista sotto il dominio di Hitler e del ministero del cinema di Goebbels, il regista che ha fatto la storia del cinema, fu una donna. Leni Riefenstahl, appassionata di sport, ballerina ed attrice, ha dato vita al documentario più famoso della storia, ovvero Olympia, sull’apertura dei giochi olimpici a Berlino negli anni della dittatura. Per anni è stata l’occhio della propaganda, anche se non ne ha mai abbracciato tutte le idee e come ha sempre sostenuto nei suoi processi, avvenuti dopo la liberazione, non ha mai saputo cosa esattamente si facesse ad Auschwitz. Unica[…]

Continua a leggere …

LA MADRE DEL NEOREALISMO

Quando si parla di Neorealismo, subito ci vengono in mente registi come Visconti, DeSica o Rossellini, ma ben pochi sanno che ad aprire la strada a questa corrente artistica è stata una donna, alias Elvira Notari. La storia l’ha completamente eliminata da quella che è stata l’innovazione stilistica della storia del cinema, questo perchè in realtà i palati fini degli storici cinematografici, lo deducono come un pre-neorealismo, perciò ben poco importante. Comunque sia, è stata la prima regista donna italiana, con all’attivo più di sessanta lungometraggi risalenti tra il 1906 e il 1929, con storie per lo più Napoletane, che[…]

Continua a leggere …

LA MADRINA DI VENEZIA 73

Sono diversi anni, che la figura della madrina della Mostra del cinema è diventata il simbolo ufficiale della Mostra. Il suo ruolo è quello di filo conduttore per tutta la kermesse e la presentazione della serata di apertura e chiusura del Festival. Ogni anno dunque, viene scelta un attrice made in Italy, che rappresenti il nostro cinema, quest’anno è toccato a Sonia Bergamasco, classe 1966, già vista in pellicole come, Sangue pazzo, Io e te e in Quo vado?, ma è  il teatro la sua vera passione, che l’ha vista formarsi accanto a Giorgio Strehler. Musicista e poetessa si è[…]

Continua a leggere …

ALICE GUY LA PIONIERA

Ben pochi sanno che Alice Guy Blanché è stata la prima donna regista ed una grande pioniera del cinema. La storia del cinema, scritta per lo più da uomini, ha dimenticato questa grande donna, che ha portato delle grandi invenzioni ed evoluzioni in quello che era il cinema dei Fratelli Lumière. Alice Guy classe 1873 e che lavorava come segretaria presso la Gaumont, all’entrata dei fratelli Lumière nei suoi uffici aveva già capito, che quelle immagini in movimento potevano essere la fuga per la sua banale esistenza. Con gli scarti delle pellicole cominciò ad esercitarsi per hobby, in alcune scenette[…]

Continua a leggere …

WALT DISNEY E LE MESTRUAZIONI

Sembra incredibile, ma è vero, Walt Disney nel 1946, sviluppò un progetto educativo per lo stato Americano, per far capire alle giovani ragazze cosa sono le mestruazioni. Il prodotto però, non uscì mai ufficialmente nelle scuole o nei cinema, perchè il tema era troppo scandaloso e nel 1973, Disney ne comprò tutti i diritti. Il cortometraggio intitolato “The story of menstruation” della durata di 10 minuti, per anni rimase, nelle teche della casa di produzione, ma dal 2015 è entrato a far  parte del Film registry made in Usa. Questa pellicola fa parte, di un progetto che Disney in persona, sviluppò[…]

Continua a leggere …

LA REGINA DEL PORNO

Quando si parla di film porno ovviamente si pensa ad un mondo maschilista e sporco. Sì è proprio così, ma da qualche tempo la cinematografia pornografica, specialmente quella di internet si sta aprendo al mondo femminile proprio perchè il 20% di chi ne adesso ne usifruisce è donna e dunque ecco che Erika Lust, dalla Svezia e femminista dichiarata, diventa in poco tempo la regista dei porno al femminile. Classe 1977, dopo la laurea in scienze politiche, decide di attivarsi per l’educazione sessuale delle donne e del concetto di attività e non passività della donna in tali pellicole, per farlo[…]

Continua a leggere …

TAMPON TAX

Che cos’è la Tampon Tax? Semplicemente è una proposta di legge per far abbassare l’iva sugli assorbenti. Perchè è importante? Perchè una scatola di assorbenti può costare anche 4€ e non è giusto lucrare sui problemi delle donne o più semplicemente su un fattore riguardante la sanità. In America, dove la proposta è partita qualche anno fa, Obama l’ha subito rigettata, d’altronde che volete che ne sappia un uomo di mestruazioni, però adesso con le prossime elezioni, sembra che Hilary Clinton la prenderà in considerazione, intanto però nello stato di New York, c’è già chi si dà da fare, con[…]

Continua a leggere …