JULIA ROBERTS DICE ADDIO ALLE COMMEDIE ROMANTICHE

Julia Roberts, regina delle vere commedie romantiche moderne, dice addio a quella che è stata la sua fortuna per anni. La campionessa dei film, made anni ’90, che ha scritto, diverse volte, la storia del cinema, ad esempio, con il suo Pretty Woman ed una lunga lista di altre fortunatissime storie, chiude un lungo capitolo della sua vita. Oggi, a cinquant’anni, dice di non sentire più la neccessità di portare sullo schermo, delle eroine romantiche. Anche lei, come tanti altri, per la prima volta arriva in tv, in una serie targata Amazon, dalt titolo Homecoming, proprio perchè al cinema, i ruoli sono sempre per lei gli stessi e troppo ripetitivi. Continua a vederle e ad amarle, ma per adesso il capitolo dell’amore è concluso, anche perchè in realtà, ormai la chiamano più per fare la madre, che l’innamorata. Lascia spazio alle giovani, che ormai, la vedono come l’attrice “di una volta”, come quelle vecchie dive, delle commedie degli anni cinquanta, ma ne è ben felice, perchè prima o poi l’età e la maturità arriva per tutti. E’ comunque in buona compagnia, pure l’altra reginetta, delle commedie romantiche, Meg Ryan ha lasciato largo ai giovani; se però tutte e due hanno accettato, questa cosa, gli spettatori, hanno accettato molto meno, rimpiangendo tutte quelle storie strappa, più o meno, lacrime, ma che comunque tutti conoscono e continuano sempre a rivedere, senza mai stancarsi. In realtà sono proprio morte le commedie romantiche, sono morti i baci e gli abbracci e quando ci sono, ben pochi, non sono all’altezza delle storie, che sono stata amate da tutti, uomini compresi. Non sarà dicerto, la fine della carriera di Julia, che comunque lavora alla grande, ma si chiude un capitolo di storia del cinema, di una generazione e di un epoca, che non tornerà mai più. Poi resta il fatto, mai dire mai, perchè state sicuri, prima o poi, pure da nonna, tornerà di sicuro al romanticismo, perchè è nella sua natura, perciò aspettiamo.

Intervista tratta da Time:

“There came a point in my career where people thought I had turned on romantic comedies, which—I love them, I love to be in them, I love to watch them,” Roberts said. “But sometimes, they just don’t work at a certain point of life experience… unless we [play] the parents of the people that are rom-com-ing.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *