LA SUPER MERYL STREEP

Con le sue ventun nominations all’Oscar è appena entrata nel guinness dei primati e nella storia del cinema, lei Meryl Streep è la donna del momento. Al cinema The Post, vera storia di Kay Graham, che si vede di colpo catapultata al timone del più grande giornale d’America, ereditato dal defunto marito e dove ha dato vita ad uno degli scandali giornalistici della storia Americana. I così detti Pentagon Papers, erano una raccolta top secret, di file della Casa Bianca, con tutto quello che si stava celando agli Americani. Nel 1971 la pubblicazione dei così detti segreti di stato, hanno[…]

Continua a leggere …

GOLDEN GLOBE ALLA CARRIERA PER MERYL STREEP

La grande Meryl Streep icona delle vere attrici e del vero talento, sarà onorata con il Cecil B. DeMille, premio alla carriera durante i Golden Globe che si svolgeranno in queste ore. Nello stesso giorno, Meryl è anche nominata come miglior attrice in una commedia, per Florence Jenkis, film sulla peggiore cantate della storia. Per Meryl che ormai al Golden Globe è di casa questa è la nomination numero ventinove con otto vinti e con questo alla carriera arriverà al numero nove, senza inserire i tre Oscar vinti, che la portano con Katherine Hepburn, nella vetta delle premiazioni. I Golden[…]

Continua a leggere …

LA FLORENCE JENKINS DI MERYL STREEP

Sì potete giurarci, avrà un’altra nomination all’Oscar di sicuro e oggi è a Roma per presentare il suo nuovo film, Florence Foster Jenkins. Lei è Meryl Streep, la regina del cinema, nel guinness dei primati, per le sue nomination all’Oscar ed è anche una che di cinema se ne intende benissimo. Questa volta, non in un film drammatico, ma una commedia particolare, tratta da una storia vera, che la vede nei panni, della soprano Florence appunto, conosciuta come la peggior cantante della storia. Il film è una produzione europea per la regia di Stephen Frears, che ama moltissimo le storie[…]

Continua a leggere …

LE RUGHE DEL CINEMA

“Lasciamele tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una, che ci ho messo una vita a farmele!” Questa è stata la famosa battuta che Anna Magnani disse alla sua truccatrice e per chi pensa che fare l’attrice sia solo sinonimo di bellezza, tante volte tra l’altro anche rifatte in malo modo, è il momento di ricredersi. Già ai tempi delle dive teatrali, come Eleonora Duse, quando si invecchiava il prepensionamento a trent’anni era la norma, a causa di ciò  le attrici hanno sempre tentato di eliminare il tempo biologico con tutti i rimedi possibili, ma purtroppo l’età, per chi[…]

Continua a leggere …