CATE BLANCHETT DIVENTA LUCILLE BALL

Toccherà a Cate Blanchett ad interpretare una delle comiche più famose degli anni cinquanta, ovvero Lucille Ball. Non è la prima volta che Cate interpreta un’altra famosa attrice, le era già toccata con Katherine Hepburn, in The aviator e per il quale si  è pure portata a casa un Oscar, ma sta volta dovrà vedersela con la regina della commedia, un mondo che apparentemente è molto lontano da lei, ma come tutti noi sappiamo, straordinaria com’è la farà benissimo. Lucille Ball protagonista di una delle sit comedy più famose di sempre, I love Lucy, che dopo la chiusura nel 1957, diventò[…]

Continua a leggere …

13 VOLTE CATE BLANCHETT

Più che un film è un esperimento e si intitola Manifesto e vede Cate Blanchett in tredici ruoli diversi, più che un lungometraggio è un opera d’arte unica nel suo genere, con unici monologhi dell’attrice nei vari personaggi. Filmato nel 2014 a Berlino in soli dodici giorni, con un esiguo budget di novantamila euro è una coproduzione tra Australia e Germania ed infatti è prodotto, diretto e scritto da Julian Rosefeldt, un regista tedesco. Il film che dura centotrenta minuti è già uscito nel 2015 proprio in Australia, patria dell’attrice e adesso dopo la tanta curiosità e le ottime critiche uscirò[…]

Continua a leggere …

L’ARRIVO A BROADWAY DI CATE BLANCHETT

Cate Blanchett che tutti noi vediamo spesso e volentieri al cinema, in realtà è anche una grande attrice teatrale e in questi giorni arriverà a Broadway con il suo dramma The present, che già da un anno porta in giro per il mondo. Adesso arriva a Broadway e fa parte di una lunga lista di attori, che in questi anni, hanno voluto svoltare la loro carriera per provare qualcosa di diverso. In realtà appunto, Cate Blanchett che è Australiana, ha cominciato i suoi passi proprio sul palco di un teatro, perciò per lei è un ritorno alle origini e sarà[…]

Continua a leggere …

REBOOT AL FEMMINILE

Già i remake ormai, danno un sacco di fastidio, ma adesso con questi reboot al femminile, la situazione diventa insopportabile. Vada per l’assenza di veri sceneggiatori, vada che le idee scarseggiando, questi remake non sono mai al pari dell’originale, insomma se ne può proprio fare a meno. Solo il prossimo anno ci saranno i remake di Mary Poppins e Blade Runner, che in realtà sarà un sequel, ma non troppo sequel, insomma la situazione è sempre più ingarbugliata anche per il pubblico che paga il biglietto, ormai stufo di queste buffonate, tanto da disertarli al cinema; così in soccorso arriva[…]

Continua a leggere …