LA MISTERIOSA MORTE DI THELMA TODD

Thelma Todd classe 1906 era una studentessa modello con aspirazioni da maestra, ma nel 1925 dopo aver vinto il concorso di Miss Massachusetts, la sua vita cambiò per sempre regalandole gioie e dolori ed una morta a tutt’oggi avvolta nel mistero. Dopo che un talent scout la vide al concorso di bellezza, le porte di Hollywood e i lunghi provini si aprirono a questa giovane e inesperta biondina che verrà conosciuta come The ice cream blonde. La prima vera scrittura arriva con Hal Roach, uno che ai tempi del cinema muto era qualcuno ed era pure un pesce grosso, che vide in lei, una scanzonata ragazza, dalla grande espressività e con un corpo agile come una gazzella che poteva far di tutto. Ed ecco la sua idea, plasmare quella ragazzina, come la comica delle comiche, una che avrebbe portato il così detto lip stick (nome preso dal famoso bastone dei poliziotti che si vedevano nelle comiche) anche all’universo femminile e una che avrebbe dato filo da torcere ai due grandi di allora, Stanlio & Ollio. Ma chi pensava avesse funzionato solo nelle comiche, si sbagliava, dopo il grande successo dei film muti, l’avvento del sonoro, anche grazie alla sua voce, le diedero la possibilità di far vedere la sua vera pasta d’attrice ed infatti tante sono state, non solo le commedie, ma anche qualche film drammatico accanto a star come Gary Cooper e Cary Grant. Con centotrenta titoli al suo attivo, non è mai stata ricordata per il suo talento e la sua bravura, ma solo per quella morte misteriosa. Nel 1930 ebbe l’idea, di investire i suoi soldi nel “Thelma Todd’s sidewalk cafè”, un night a Santa Monica, frequentato da diverse star, dove si poteva stare tranquilli, magari ascoltando musica Jazz. Il suo socio era anche il suo amante Roland West, un regista di poca fama, ma che aveva ben capito, che quel posto valeva una fortuna. Non fu il solo a capirlo, anche Lucky Luciano, voleva mettere le mani sopra quel locale e in diverse occasioni, andò dalla Todd per entrare in affari, loschi ovviamente con lei, voleva aprire una bisca clandestina per star, proprio dietro il locale, così da non far fiutare alla polizia l’imbroglio. Ogni volta lei rifiutava, perché quello era il suo locale pulito e non voleva di certo rovinarsi il nome con gangster e prostitute. Nel 1935 fu trovata morta, nella sua casa, che stava proprio sopra il cafè, dentro la sua auto. La polizia, la più corrotta della storia della città, chiuse subito il caso, come suicidio con monossido di carbonio, ma tante cose non tornavano. Sul vestito furono trovate macchie di sangue, non c’era poi, nessun biglietto di addio e il suo corpo era chiaramente stato spostato e messo in malo modo, dentro l’auto. Il suo avvocato, suo vecchio amico, sentì puzza di bruciato e tentò in tutte i modi di riaprire il caso, anche perché la Todd era molto contenta in quegli anni e niente avrebbe fatto pensare ad un suicidio e la polizia aveva raccolto solo l’indiscrezione di un’ipotetica amica, che diceva che il locale aveva diversi debiti. Venne a galla un litigio, la sera prima della sua morte, con il fidanzato Roland, che alla polizia ovviamente non aveva raccontato nulla e vennero a galla anche diversi diverbi tra i due, sul come gestire gli affari, ma comunque la polizia non riaprì mai il caso. A soli trent’anni Thelma era morta, in uno degli omicidi più misteriosi di Hollywood, solo nel 1952 una confessione fuori dai denti di Roland, mise fine al mistero, fu lui ad ucciderla, ma comunque il caso non venne mai riaperto e la sua morte rimane irrisolta, anche se tutti sanno come sono andati veramente i fatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *