SANDRA OH ENTRA NELLA STORIA DELLA TV

Per il pubblico resterà sempre la dottoressa Cristina Yang di Grey’s Anatomy, ma cinque anni dopo, Sandra Oh, entra a far parte della storia della tv, con la prima nomination per una asiatica come protagonista di una serie drammatica ai prossimi premi Emmy, quelli che vengono paragonati agli Oscar del cinema. Quello che è buffo però è che Sandra è Canadese, infatti è nata a Nepean da due genitori Coreani, padre uomo d’affari e madre biochimica perciò non proprio la classica famiglia d’immigrati. Ma non solo, se le rigide etichette famigliari culturali, più nel nostro immaginario collettivo, che nella realtà, raccontano sempre di matrimoni combinati, Sandra ha pure spiazziato tutti con il matrionio del 2003 con il regista Alexandre Payne, dal quale però si separa nel 2006 appena un anno dopo, il suo arrivo al medical drama, che le cambia la vita per sempre e che poi ha abbandonato nel 2013. Oggi viene corteggiata da cinema e tv ed è grazie a Killing Eve, dove interpreta una spia del MI5 in onda sulla BBC, perciò neanche un serie made in America, ma made in England è riuscita a fare il colpaccio, che adesso la porta direttamente nell’olimpo televisivo. La serie al femmnile racconta l’ossessione che si intreccia tra la spia Eve Polastri (Sandra) che deve riuscire a trovare una sociopatica per arrestarla, una certa Vianelle, interpretata da Jodie Cormer. La serie amatissima dalla critica è già pronta per la seconda stagione, anche perchè la prima, era di soli otto episodi e girata anche in parte in Toscana. Ma con le colline della Toscana Sandra aveva già avuto gloria, perchè nel 2003, ancora sconosciuta ai più, era una delle protagoniste di Sotto il sole della Toscana che diventò il suo trampolino di lancio, per una proficua carriera come attrice, che neanche lei aveva mai immaginato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *