LIZABETH SCOTT L’ATTRICE DEI NOIR

Ci fu un tempo soprattutto tra gli anni trenta e quaranta, dove tutti erano appassionati di cinema Noir, un genere quasi sempre a bianco e nero, dove omicidi, suspence, belle donne, penombre e colpi di scena erano il comune denominatore, di una lunga serie di pellicole anche rimaste nella storia del cinema. Oggi se i super eroi, sono all’ordine del giorno, in quegli anni erano i noir a diventare delle calamità per gli spettatori e molte volte, si avevano anche attori che recitavano esclusivamente in questo genere. Una delle attrici più famose del cinema Noir è stata Lizabeth Scott, il[…]

Continua a leggere …

IL SUCCESSO DI DUE ITALIANE ALLA CORTE DI CANNES

Cannes resta sempre una grandissima vetrina internazionale per chiunque abbia voglia di raccontare storie vere e soprattutto di mettersi in gioco, con idee e anche con tutte le proprie forze ed energie, ovviamente l’assoluto contrario della Cannes dei grandi film dai grandi budget. E sono due donne, due registe, due italiane, che in questi giorni stanno facendo parlare di loro. Una, Valeria Golino, molto amata in Francia sia come attrice, che con il suor esordio alla regia di qualche anno fa, dal titolo Miele, un successo inattesso, che le ha aperto le porte del cinema internzionale e che oggi vede[…]

Continua a leggere …

IL CLUB DELLE ARZILLE NONNE HOLLYWOODIANE

Che ormai sia arrivata la quarta età ne siamo sicure anche grazie allo sdoganamento di quella vecchia terza età che oggi non smette di stupire che in linguaggio cinematografico è sinonimo di bei soldoni. E’ il caso di Book Club, che vede le veterane Diane Keaton, Jeane Fonda, Mary Streenburger e Candice Berger dirette dall’esordiente Bill Hordeman che ci porta nelle vite di un gruppo di donne mature che amano i libri. Ma soprattutto amano ritrovarsi insieme nei pomeriggi per parlare delle storie che le hanno più appassionate, condite da gossip di vicinato e confidenze tra donne. Un libro in[…]

Continua a leggere …

IRENE DUNNE L’ATTRICE CHE ODIAVA IL TECHNICOLOR

Se uno dei passaggi storici del cinema, fu quello tra il muto e il sonoro, l’altro grande evento fu l’avvento del Technicolor, ovvero i nostri film a colori. Il primo fu Via col vento che nel 1929, diede l’avvio alle immagini colorate, anche se già in passato, artisti come George Mèliés, avevano sperimentato il colore direttamente sulla pellicola, come fosse una tela. L’avvento del Techicolor, cambiò radicalmente il cinema, ma non tutti ovviamente furono attratti da questa nuova scelta stilistica. Uno dei grandi suoi oppositori fu Charlie Chaplin e l’altra fu una certa Irene Dunne, che alle cronache non dirà[…]

Continua a leggere …