LE MODERNE NOVIZIE

Si sa che i film di grande budget possono avere una grande pubblicità su tutti i media, sempre però a discapito di piccoli film, che se pur piacevoli, passano innoservati al cinema. Fa parte di questa categoria Novitiate, che ad oggi non ha nemmeno una data di uscita nei cinema italiani, ma che allo scorso Sundence Film Festival, si è portato a casa grossi consensi, sia per critica che per pubblico. Il film narra la storia di Cathleen che a sette anni, viene mandata dalla madre, in una scuola cattolica, che poi diventerà anche la sua trappola, facendola prima diventare una novizia, ma che poi la porterà a capire le tante sfumature della vera vita, ma soprattutto oltre alle sue debolezze sulla parole di Dio, la metterà a confronto la sua sessualità. Il film ambientato nel 1964, negli anni del secondo conciglio vaticano, mette due donne una contro l’altra, una la madre superiora, con i suoi vecchi principi e l’altra la giovane novizia, che ha bisogno di capire le verità sulla vita. Due sono i grandi temi del film, la religione e la sessualità, con le giovani novizie, che scoprono una con l’altra, il loro corpo e le loro passioni. Melissa Leo, già vincitrice dell’Oscar con The fighter, qui si trova a recitare, con un giovane cast tutto al femmnile di sconosciute, a parte Dianna Argon, famosa tra i giovani, per essere stata una delle protagoniste del telefilm Glee. Chissà se da noi uscirà mai al cinema, ma è di sicuro uno dei film, con una storia, molto interessante e che ci porta nel mondo, ancora troppo chiuso e sconosciuto, delle suore. Un tema molto forte e ancora poco visto al cinema, ma che ha dato la possibilità a Margaret Betts, qui all’esordio come regista, il premio alla regia, proprio al Sundance.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *