MARGOT ROBBIE E LE TURBE DI UNA PATTINATRICE

Margot Robbie resterà per sempre l’attrice con il miglior esordio della storia del cinema, interpretando la moglie di DiCaprio per la regia di Scorsese nel suo The wolf of Wall Street. Nata in Australia e cresciuta nelle praterie, comincia in patria, la carriera d’attrice, anche se la sua bellezza, molte volte un impiccio, la relegavano nella gabbia dei personaggi della svampita, ma poi l’arrivo a Los Angeles, le apre le porte del vero cinema, grazie ad un vero schiaffo, che lei ha  piazzatto a DiCaprio, durante le audizioni, del film, che la farà conoscere in tutto il mondo. Ma poi le regole del sistema, sei bionda e bella, dunque stupida, l’hanno imprigionata nei film commerciali, come ad esempio Suicide Squad. Ma lei non si accontenta di certo, perchè tenta alcuni passi, nei film raffinati, come in Suite Francese, dove pure si porta a casa un marito, aiuto regista, conosciuto sul set. Oggi fa un ulteriore passo e diventa anche produttrice, di uno dei film al femminile, più attesso di fine anno, I Tonya, la vera storia della pattinatrice Tonya Harding, che nel 1994, ha fatto parte della pagina più buia della storia sportiva made in America. Tonya infatti, campionessa sul ghiaccio, aveva una vita privata molto difficile e ad un certo punto, la competizione, ebbe il peggio sul suo cervello, arrivando a pagare un uomo, per ferire alle gambe la sua rivale Nancy Kerrigan, che malgrado tutto, riuscì ad arrivare sul podio delle imminenti olimpiadi, ma che vide anche la fine della sua carriera. Il film si concentrerà molto sulla personalità della campionessa e del marito, che non solo fu complice della moglie nell’aggressione, ma fu il primo a confessarlo a tutti. Il film, che farà parte della lista di pellicole, che si scontreranno negli Usa, per il periodo natalizio, vede la stessa Margot, come produttrice, proprio per avere la possibilità della libertà totale sulla creazione del suo personaggio, ma soprattutto per darsi la possibilità, di un film al femminile, difficile da poter produrre, dato che la sceneggiatura è rimasta pervari anni in un cassetto, perchè bolatto, come possibile perdita di denaro. Per Margot, dunque doppia sfida e anche una prova di vera attrice, difficile per lei, ancora legata all’apparenza e alla bellezza, per questo si è duramente allenata per poter, filmare di persona tutte le scene sui pattini ed inoltre ha dovuto, passare intere giornate con un coreografo, che le insegnasse anche a ballare sui pattini. Un duro lavoro di diversi mesi, che potrebbe regalarle grandi soddisfazioni e potrebbe fare molto piacere alle fans più raffinate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *