LO SGANCIO DELLA BOMBA HARVEY WEINSTEIN AD HOLLYWOOD

Era logico che la notizia del più potente produttore di Hollywood denunciato dal New York Times come molestatore seriale, facesse grande scalpore ma soprattutto ha dato via a nuove accuse da tutti i fronti. Come prima cosa, un giorno dopo l’uscita dell’articolo, anche altre attrici, hanno parlato delle loro esperienze con Harvey Weinstein, fondatore della nota Miramax e dell’attuale Weinstein Company, che ha dato vita alle carriere si tantissimi giovani attori, tra gli anni novanta e duemila. Ed ecco che la vincitrice dell’Oscar, grazie ad un film prodotto da lui, Gwyneth Paltrow, si è fatta avanti, raccontando di essere stata molestate in quegli anni, ma che poi il fidanzato di allora, Brad Pitt, chiarì molto bene al produttore, di lasciar stare la sua ragazza ed ovviamente il prodduttore, le disse di chiudere la bocca e di non raccontare mai più di quell’accaduto a nessuno. Ed ecco che si arriva alla seconda parte della scuderia Weinstein, con gli amici Matt Damon e Ben Affleck, che oggi dichiarano di non aver mai saputo niente, cosa impossibile visto che Ben era il fidanzato di Gwyneth, dopo che aveva lasciato Pitt e che già nel 2004 una giornalista, sempre del Times, che voleva dei chiarimenti su tante storie che già all’epoca si sentivano, aveva chiamato Matt Damon, che sapeva i fatti dell’epoca, ma è riuscito a far cadere tutte le accuse, dando della falsa alla giornalista. Sempre quell’anno, fu chiamato anche Russell Crowe, che anche lui, mandò a quel paese la donna e oggi non dichiara niente. Tutti sapevano, ma nessuno ha sputato sul piatto in cui ha mangiato, mentre oggi ovviamente, tutti parlano e tanti sono solidari con le vittime, George Clooney, Jennifer Lawrence, Mark Ruffallo, Leonardo DiCaprio, ma ormai sembra più una presa in giro per le vittime. Non sapeva invece Meryl Streep e ci si può credere, che oggi fa mea culpa per non aver saputo, altra storia per Emma Thompson, che Weinstein ha avuto il coraggio di chiamare maiale, perchè grassa, tutto avvenuto in un ristorante, dove l’attrice era stata invitata per la produzione di un futuro film. Ci sono anche però, tutte quelle che hanno fatto sesso senza problemi per un ruolo, ma per adesso l’unica che ha avuto il coraggio di dirlo è stata Heather Graham. Ci sono pure quelle che lo difendono, Lindsay Lohan, che difendeva pure Tramp qualche mese fa e la stilista Donna Karan, amica di famiglia, che lo crede un santo e per questo è stata scannata dall’opinione pubblica. Il suo metodo era sempre lo stesso, casting in una camera di hotel, accappatoio addosso, qualche volta pure con parti intime in evidenza, seguiti dal classico, ho male al collo mi fai un massaggio? Per finire al guardami mentre mi masturbo. Nella rete delle vittime tante sconosciute, molte delle quali si somo viste tagliate fuori dal sogno del cinema, come Dawn Dunning, che si è sentita dire, non farai mai parte di questo bussiness, ed infatti cosi’ è stato. Altre le più famose, come Mira Sorvino, Ashley Judd e pure Rosanna Arquette sono state bandite dal cinema e poi c’è Angelina Jolie, che gli ha chiuso la porta in faccia e non ha mai fatto un film per lui, ma comunque fa parte delle molestate. Lui per difendersi, ha detto di essere un bravo uomo di famiglia, che sì, ha sbagliato ma in buona fede, citando per salvarsi il culo, la frase, io sono un uomo degli anni settanta e in quegli anni tutto era così. In dieci mesi di indagini del Times, tredici donne, hanno avuto il coraggio di raccontare quelle molestie, ma poi sono anche uscite le storie di tre donne stuprate.  Una Asia Argento, nel 1997 al festival di Cannes è stata violentata dal produttore e poi anche soggiogata mentalmente, come anche nel caso di Rose McGowan, violentata da giovane e oggi purtroppo, mentalmente fragile, che in un tweet, proprio per far capire che tutti sapevano, ha detto a Ben Affleck, che dichiara di essere sempre stato all’oscuro di tutto e di sentirsi male al solo pensiero, di fottersi. Cosa accade oggi, Weinstein, viene licenziato dalla sua stessa società, la moglie lo lascia e andrà a curarsi in una clinica, non ci sarà per adesso nessun processo vero e proprio ed inoltre, i democratici, che lui amava finanziare, che non sapevano niente, come tutti gli altri, lo hanno ripudiato, pure il fratello suo ex socio, non ci vuol più avere niente a che fare. Un velociraptor delle molestie, che di sicuro non è ne il primo ne l’ultimo dei porconi, ma che con questa bomba, fa tremare le alte ed illustri sfere di Hollywood.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *