YULIYA FINO AD IERI L’UNICA REGISTA DONNA AD AVER VINTO CANNES

Ieri Sofia Coppola è diventata la seconda regista, della storia, a portarsi a casa il premio per la miglior regia al Festival di Cannes, non che però in altri festival vada meglio, ma essere una regista donna è arduo e complicato. Anche per gli Oscar non va meglio, unica ad averlo vinto è stata Kathryn Bigelow nel 2010, ma almeno lei ha avuto fortuna, altre registe, come Alice Guy, che alla fine dell’ottocento ha creato un vero film o Elvira Notari, che ha creato il Neorealismo, sono state completamente cancellate dalla storia del cinema. E allora nella giornata della vittoria[…]

Continua a leggere …

ANNA NAZIMOVA LA PRIMA LESBICA DEL CINEMA

Oggi che siamo quasi, nella libertà di pensiero e di vita, dire di essere lesbica o gay è ancora ostico, soprattutto se sei un divo o una diva, pensate un pò, esserlo agli inizi del novecento. Anna Nazimova, attrice di cinema e teatro aveva il fegato di essere se stessa e a differenza di Marlene Dietrich o Greta Garbo, amava le donne e lo diceva apertamente, anche se anche lei, come altre, ha dovuto sposare un uomo, matrimonio naufragato ovviamente poco dopo. Anna Russa di nascita, già da piccola era sempre controcorrente, tanto che nel collegio dove studiava, fu diverse[…]

Continua a leggere …

L’ AMORE DI SERGIO CASTELLITTO PER LE DONNE

Porta a casa il premio per la miglior attrice a Jasime Trinca, per Cannes 2017 la Fortunata di Sergio Castellitto, amato soprattutto dalla presidente di giuria Uma Thurman e che l’ attrice dedica alle due grandi donne della sua vita, la madre e la figlia. Il film è uscito nelle sale italiane proprio il giorno della presentazione al Festival e in poco tempo, ha già avuto un buon successo di critica e pubblico. Il film diretto da Castellitto è tratto dal libro di Margaret Mazzantini, che poi ne è diventata anche la sceneggiatrice, con loro, Stefano Accorsi e la protagonista[…]

Continua a leggere …

IL RITORNO DI BRIE LARSON

Sbarcata ad Hollywood, già a sei anni, la giovane Brie Larson si è portata a casa un Oscar e adesso è entrata anche dalla porta principale della Marvel, con il suo Captain Marvel, una delle poche eroine dei fumetti ad aver un film tutto suo, prima però, farà il suo esordio nel nuovo episodio degli Avangers, in uscita il prossimo anno. Ma Brie non è solo questo, a parte la giovane età, ama portare al cinema donne forti e magari anche molto più adulte di lei e ad agosto, uscirà negli Stati Uniti, il suo nuovo film, The glass castle,[…]

Continua a leggere …

JESSICA CHASTAIN DIVENTERÀ INGRID BERGMAN

Come già per Grace e Kelly e Lady Diana, arriverà al cinema l’ennesima storia d’amore vera o presunta tra una diva e un amore contrastato. Oggi è la volta di Ingrid Bergman e del fotografo Robert Capa che nel 1947, sul set di Notorious di Alfred Hitchcock ebbero una breve e fugace storia d’amore. Ad interpretare la Bergman sarà Jessica Chastain, una delle attrici più chiamate del momento e una di quelle brave e anche piacevoli al pubblico maschile. Attrice sempre pronta ai ruoli più estrosi e alle donne toste, fa sapere da Cannes, dove in questi giorni è in[…]

Continua a leggere …

IL GRANDE MOMENTO DI EMMA STONE

Dopo l’Oscar dello scorso marzo, la carriera di Emma Stone, sta diventando sempre più proficua e da adesso a fine anno sarà la protagonista assoluta del cinema al femminile. Dunque se pur giovane, tutti la vogliono e la vogliono anche grandi registi e autori, come ad esempio Woody Allen, che con lei si portano a casa i favori dei più giovani, che la seguono e la amano da diversi anni. Emma è come la protagonista del suo film La la land, a undici anni già si esibiva nei musical a scuola e ben presto esordisce nel cinema, con Easy A,[…]

Continua a leggere …

LA BREVE CARRIERA DI BARBARA PEYTON

Di solito quando si parla di attrici o attori, si parla sempre di lunghe carriere e della lunga lista di film fatti negli anni, ma ci sono sempre delle eccezioni ed una di queste porta il nome di Barbara Peyton. Anche se è vero che ben pochi la conoscono è importante anche ricordare chi ha avuto carriere buie e sono finite nel dimenticatoio, anche perchè la strada del successo è sempre impervia e ricca di arresti e cadute. Dunque Barbara a soli vent’anni ha già due matrimoni falliti e deve mantenere un figlio, per questo nel 1948, si trasferisce dal[…]

Continua a leggere …

LA GRAPICH NOVEL SU MARIE CURIE CON IL DUO PIKE-SATRAPI

Si intitolerà Radioactive il nuovo film della regista iraniana Marjane Satrapi, famosa per il suo Persepolis e con lei ci sarà l’attrice del momento Rosamund Pike e narrerà, la love story tra Marie Curie e il marito. Sarà una graphic novel, una sorte di cartone animato o più specificatamente un film riveduto in versione fumetto, che però tiene tutte le composizioni di un vero film, dalla sceneggiatura, alle musiche alla scenografia. Marjane è una vera pioniera di questa tecnica e già qualche anno fa, aveva dato vita al film francese Pollo alle prugne, ma che adesso chiamata dalla Working Title,[…]

Continua a leggere …

LA PRIMA REGISTA CANDIDATA ALL’OSCAR

Incredibilmente la prima regista candidata all’Oscar è stata la nostra Lina Wertmuller, mai nessuna donna fino al 1977 ha avuto l’onore di ricevere una nomination. Se oggi sappiamo che l’unica regista vincitrice del premio è Kathryn Bigelow nel 2010 per il suo The hurt locker, ben pochi sanno chi è stata la pioniera della piccola lista, di sole quattro registe che negli anni hanno avuto l’onore della nomination. La nostra Lina e il suo Pasqualino sette bellezze, quell’anno si è portato a casa ben quattro nominations ma nessun Oscar, però poco importa, perchè Lina è comunque entrata nella storia. Dopo[…]

Continua a leggere …

MARY ASTOR LA FEMME FATALE

Il cinema ha sempre sfornato un sacco di dive, soprattutto negli anni del cinema muto, che puntualmente avevano però breve durata. Mary Astor, conosciuta come la femme fatale dell’epoca è una delle poche sopravvissute al cinema muto e nella sua carriera ha interpretato centocinquantaquattro film e ha vinto un Oscar per La grande menzogna accanto a Bette Davis. La sua carriera decollò nel 1926, grazie ad un premio speciale, che segnalava le giovani star emergenti, che poi dava a loro, un contratto quasi serio nel cinema, main realtà, non era per suo volere fare l’attrice, era solo il sogno del[…]

Continua a leggere …