BRIE LARSON LA PRIMA DONNA CANDIDATA A PRESIDENTE

La carriera di Brie Larson è cambiata di colpo, grazie al ruolo in Room che le ha fruttato l’Oscar, ma prima era solo un attrice come tante, che si impegnava in film a basso budget e senza successo, ma di colpo incredibilmente la ribalta è arrivata anche per lei. Dopo il mega contratto che la legherà alla Marvel con il suo Captain Marvel, ha anche deciso di tornare, a quei piccoli film che l’hanno resa fortunata ed ha scelto una donna molto speciale, Victoria Woodhull, la prima donna candidata alla Casa Bianca. Non c’è solo Hillary Clinton dunque, ma già nel 1872, ci fu la prima donna candidata al ruolo di presidente, che ovviamente ha perso, perchè non votata da nessuno. Victoria già da giovane, sfidava l’impero maschile, perchè già lavorava a Wall Street ed era l’unica broker femmina e faceva anche parte di diverse campagne di sensibilizzazione per la parità di diritti, una sorta di Suffragetta, che però si teneva lontana, da tutte quelle tensioni e violenze, che il movimento perpetuava. Non ci provò solo una volta, ma anche nel 1884 e 1892, ma sempre senza risultati, anche perchè in America il voto alle donne fece il suo ingresso solo nel 1920. Per fermare questa sua ossessione alla politica, fu anche arrestata e mandata in prigione per sei mesi, perchè aveva pubblicato sul suo giornale, la storia tra un prete ed una giovane ragazza. In questi giorni, la produzione sta cercando anche un regista e si pensa, che sarà una donna ad avere l’opportunità di dirigere questa storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *