JONATHAN IL BAMBINO DI JERRY MAGUIRE

Era il bambino bello e paffuto della madre single Reneè Zellweger in Jerry Maguire, commedia romantica del 1996, diventato un vero cult ed uno dei migliori film della carriera di Tom Cruise, ma lui ormai uomo non se la passa tanto bene. Jonathan Lipnicki, ormai all’età di ventisette anni, ha completamente messo da parte la carriera di attore, dopo film come Stuart Little 1 e 2 , colpevole di essere cresciuto, le porte del cinema si sono sbarrate di colpo. Anche altre star bambine sono finite nel dimenticatoio, non tutti sono fortunati come Jodie Foster o Leonardo DiCaprio, ma qui poi c’è anche un vero talento di fondo, comunque sia, l’adolescenza diventa difficile per tutti e questo è il caso di Jonathan. Una vita segnata dai tormenti, a scuola gli hanno diagnostica una disgrafia, poi l’ansia che lo ha assalito gli hanno lasciato degli eczemi alle mani, gli insegnati gelosi lo vessavano umiliandolo in classe e i bulli lo tormentavo dentro e fuori da scuola. Perciò già si capisce che adulto possa essere diventato, inoltre il pregiudizio di essere omosessuale e dunque etichettato fin da giovane lo hanno emarginato per anni. Anche il lavoro, voleva affibbiarli questa etichetta, ma lui non si è mai piegato, purtroppo l’ansia e la depressione subentrarono e solo dopo lunghi anni di analisi è riuscito a mettersi alle spalle il suo difficile passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *