EDITH HEAD LA REGINA DEI COSTUMI

Forse in pochi conoscono il suo nome e la sua storia, ma Edith Head, ha la più prolifera carriera come costumista del cinema e si stimano circa quattrocentoquarantatré, film a cui ha partecipato, che le hanno fruttato otto premi Oscar. Tutto nasce quasi per caso, ai tempi del cinema muto, dove la giovane Edith, rispose ad un semplice annuncio della Paramount Pictures, dove cercava delle addette ai costumi. Di lì a poco la sua folgorante carriera prese piede, con i primi bozzetti disegnati da lei stessa, diventando così, un’ icona di stile e creando i più bei costumi della storia del cinema, che anche oggi ammiriamo. Ha vestito le più famose attrici degli anni trenta, quaranta e cinquanta, tanto che scrisse un libro, come vademecum per le amanti della moda, diventato uno dei best sellers dell’epoca. Tante attrici le devono un grande grazie, da Gloria Swanson a Grace Kelly ad Audrey Hepbrun, tanto che riuscì a vincere ben otto Oscar, tra i quali due nello stesso anno, perchè negli anni cinquanta, c’erano due categorie diverse per i costumi, una per i film a bianco e nero l’altra per i film a colori. I titoli sono: L’ereditiera 1950, Sansone e Dalila con Eva contro Eva 1951, Un posto al sole 1952, Vacanze Romane e Sabrina rispettivamente nel 1954-55, Un adulterio difficile 1961 ed infine La stangata del 1974 con un ammontare di ventotto nominatios. Dopo tutto questo, venne onorata nel 2003 dalle poste americane che le dedicarono un francobollo e la stessa Paramount mise il suo nome nello storico edificio dei costumi. Anche Pixar, le dedicò la famosa Edna Mode creata, a sua immagine e somiglianza, mentre nel 1970 lo stato americano, le chiese di disegnare le uniformi femminili per la Guardia Costiera. Il suo ultimo film fu Il mistero del cadavere scomparso nel 1982, ma morì nel 1981 a pochi giorni dal suo ottantaquattresimo compleanno ed il film alla fine fu dedicato proprio a lei.
[smartslider3 slider=32]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *