IL ROSSO DI FERZAN OZPETEK

Torna al cinema il 2 marzo Ferzan Ozpetek, un regista che di bei personaggi se ne intende proprio e torna con Rosso Instabul, tratto dal suo libro dal medesimo titolo. Istanbul Kirmizis, questo il titolo originale ci porta alle origini personali del regista, con un regista come protagonista che torna in madre patria e qui scoprirà delle novità inaspettate di amici e parenti. E’ il primo film di Ozpetek, dove si lascia l’Italia per un film tutto Turco e con un cast di giovani sconosciuti, perciò una vera e propria scommessa, non solo per lui, ma anche per il pubblico che lo ama e che lo segue da anni. Chi ne conosce bene lo stile, sa già che l’amore per la sua terra, le sue radici, quei colori e quelle musiche, sono sempre ben rappresentate in tutte le sue pellicole e parte fondamentale di tutte le sue storie. Torna anche, in un certo modo, sulle orme dei suoi due primi film, ma qui anche correlato di ideologie politiche e culturali, con una visione di un paese che forse noi non conosciamo molto bene, perciò sarà una scoperta per gli spettatori italiani. Di sicuro, come in tutte le sue pellicole, l’amore è il concetto fondamentale, soprattutto ogni tipo di amore con ogni sua sfumatura e soprattutto con un grande sensibilità apprezzata da tutti. Il suo coraggio nel portare, in anni in cui l’amore omosessuale era un tabù, storie e personaggi che non si nascondevano, lo hanno avvicinato anche al successo internazionale e con una profonda stima di tantissimi altri registi. Con lui anche in questa pellicola, la sua attrice del cuore, Serra Yilmaz, che con lui condivide la madre patria e ha condiviso con lui il “palco” fin dagli esordi. Adesso toccherà al pubblico decidere il destino di questa storia, diversa da tutti gli altri, ma uguale nella sua grandissima arte di regista, che ha sfidato i ben pensanti ed ha vinto, anche con la sua vita privata, dove è riuscito finalmente a sposare il compagno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *