GLI EASTER EGGS DEL CINEMA

Gli Easter Eggs, che in italiano possiamo tradurre come “le uova di pasqua” sono delle particolari scene introdotte in un film, quasi sempre cartoni animati, con l’utilizzo di piccoli elementi, difficili da decodificare e proprio per questo diventati un fenomeno per gli spettatori più attenti. Possono essere delle scritte messe da qualche parte, possono essere dei personaggi di altre storie inseriti come comparse, possono essere degli oggetti personali di qualche attore, possono essere citazioni di altri film, magari anche non famosi, così da complicarne il gioco. Difficile la loro comprensione ai più, ma amati dai nerd filmici, amati anche dai loro creatori ai quali piace, soprattutto a chi lavora presso la Pixar, inserirne diversi in tutti i loro cartoni, salvo a volte non dirlo e mandare gli enigmisti del cinema in paranoia. Se la Pixar ne è leader assoluta, anche nei film a volte si possono vedere, anzi rivedere perchè di solito nessuno al primo colpo ci riesce. Eccone una lista: in Grindhouse di Tarantino si vede una maglia appesa al muro del film Grosso guaio a Chinatown con lo stesso Kurt Russell protagonista, in Fast & Furious 5 sul computer appare il nome di un ricercato con il nome di un personaggio di Star Wars, in Midnight in Paris Owen Wilson cita a Bunuel la storia che lui scriverà nel futuro, nel finale di The departed arriva una croce dal nulla che sarebbe un omaggio a Scarface, in Io sono leggenda si vede un cartello pubblicitario acronimo tra Superman e Batman, in Pulp Fiction il suo Ezechiele 25:17 è inesistente, in Ritorno al futuro quando in una pubblicità 3d arriva lo Squalo 19, in Doctor Strange si vedono le torri di The avangers ed Indiana Jones entra in un bar chiamato Obi Wan. Ma sono i cartoni animati a detenerne il primato assoluto anche con veri rompicapi, in Monsters & Co. la bambina protagonista mostra il suo peluche del pesce Nemo, in Ratatouille uno dei cuochi indossa i boxer degli Incredibili, il dinosauro Rex è tra gli oggetti della collezione di Wall-E, in Up si vede l’orso di Toy Story nella camera di una bambina, le auto di Cars hanno ruote chiamate lightyear omaggio a Buzz di Toy Story, nei titoli di Wall-E c’è un mosaico del mare del pesce Nemo, in Toy Story 3 nella stanza di Woody c’è una bandiera con le iniziali dell’università fondata dalla Pixar stessa, sempre nella stessa stanza si vede la mappa degli Usa con delle bandiere che indicano dove abitano i disegnatori del cartone, in Cars c’è un personaggio di Planes, in Cars 2 la macchina numero 86 è l’anno di nascita della Pixar,in Insiede Up c’è un riferimento al futuro film di Dinosauri che uscirà da qualche anno. Insomma tanti e tanti, difficili da decifrare, ma divertenti da cercare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *