DIALOGHI AL FEMMINILE TAGLIATI DEL 30%

Se il 2016 è stato il grande anno delle donne nel cinema, basti pensare alle gradi saghe decretate in rosa come Star Wars o reboot al femminile, si deve anche parlare di una perdita delle loro “voci”. Degli analisti del cinema, hanno condotto uno studio sui più grandi blockbusters 2016, da Captain America a Deadpool e tanti altri, scoprendo così, che le donne hanno perso il 30% dei dialoghi. Sembra da questo studio, che se da una parte, c’è una grande attività di personaggi femminili, dall’altra si sia persa la capacità di farle parlare, basti pensare al super campione d’incassi RougeOne, che sì, vede come protagonista Felicity Jones, ma che in realtà parla pochissimo. Anche quando sono le “spalle” degli attori di turno, hanno perso la loro forza di voce, forse causa troppi sceneggiatori maschi, che non sanno bene esprimere il mondo al femminile o a causa di film declinati ancora troppo al maschile, dove si pensa che sentire cosa pensa una donna non sia interessante. Uno strano caso questa perdita del ben 30% proprio quando i film con sole donne al timone, si stanno moltiplicando e in un momento in cui anche ai grandi vertici delle case di produzioni maggiori, si vedono donne al potere. Sono stati inoltre analizzati anche i cartoni animati arrivati tra i dieci incassi dell’anno e si vede la stessa cosa, perciò sì, forse c’è un piccolo problema alla base, adesso bisognerà vedere cosa ci riserva il 2017 per un analisi più dettagliata e capire se questa sia, una sorta di fatalità e non di regola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *