STORIA DELLA SEXY COMMEDIA ITALIANA

A volte la storia nel momento in cui accade, non viene ben capita o non viene ben considerata, la sexy commedia all’italiana, fa parte di questa categoria del cinema, che solo oggi, vede una grande rivalutazione del genere e vede anche gradi estimatori come un certo Quentin Tarantino. Negli anni settanta, anni di tumulti e cambiamenti culturali, tutte le arti, tra cui il cinema, stava sperimentando nuove forme di vita, se in francia c’era la Nouvelle Vague, in America, i giovani Scorsese, Cimino, Kubrick, Ford Coppola e altri, sperimentavano nuove visioni artistiche, ma purtroppo in Italia, le nostre produzioni arrancavano e quello che fino a pochi decenni prima, aveva fatto la storia del cinema, adesso stava affondando. Così con pochi soldi e poche idee, si diede vita, ad una sorta di B-Movie all’Italiana, denominata Commedie sexy all’Italiana, grazie sopratutto a donne, che non si sentivano degli oggetti, ma capivano che il ruolo della donna stava cambiando nella società, perciò con la libertà e l’indipendenza, accettavano senza tanti problemi di diventare le muse nude, degli italiani. Gli attori di questo filone cinematografico, erano all’ora dei giovani, provenienti dal teatro e dalle avanguardie, ma soprattutto erano dei comici che si rifacevano al teatro del varietà e della rivista, dove si usava tanta improvvisazione e dove gli uomini diventavano dei farfalloni, sempre a caccia di donne, tra l’altro bellissime e mai a loro portata. Dunque di base, tutti questi film, avevano le stesse dinamiche e le donne erano le vere armi vincenti e come nel cinema storico, le maggiorate erano le preferite, sì è vero erano sempre svestite o nude, ma mai volgari e mai oscene, con nomi come Edwige Fenech, Gloria Guida, Barbara Bouche, Laura Antonelli, Carmen Russo e tante altre, diventate delle vere icone sexy dell’epoca. Le storie erano sempre molto simili ambientate, tra scuole e caserme, con personaggi come Pierino, con location come docce e con tradimenti sempre dietro l’angolo. Anche le parti più sexy o più maliziose erano sempre correlate dal buon umore e dalle battute, potevano essere film storici e perciò in costume, potevano essere diversi episodi in un unico film, ma comunque queste pellicole salvarono il cinema italiano dall’affondo, anche se fu la televisione che gli sdoganò negli anni a seguire, come dei veri classici della commedia italiana. Questo genere di film, che poi vide anche un sottogenere, molto più erotico, termino agli inizi degli anni ottanta, ma comunque resta, con gli spaghetti western, un genere unico, che fatto la storia del cinema italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *