25 DICEMBRE 2018 IL RITORNO DI MARY POPPINS

Come ogni anno, sotto le feste di natale, Mary Poppins torna a fare la sua comparsa alla televisione, dopo cinquantun anni, dalla sua prima uscita al cinema, non ha mai mancato di entusiasmare diverse generazioni di bambini e adulti, ma adesso la nuova data è il 25 dicembre 2018. Arriverà nei cinema un remake del film, con Emily Blunt del ruolo di Mary Poppins, Colin Firth, Meryl Streep e il ritorno di Dick Van Dyke, già spazzacamino nell’originale. Dunque un grande cast, per una boiata assoluta, nessuno ne sentiva il bisogno di una nuova Mary Poppins, anche se ovviamente prima di giudicare, bisogna vedere il film. Di certo, che la scrittrice della storia, P.L Travers, che già all’epoca, per darne i diritti a Walt Disney ci mise dieci anni, con clausole ferree, tra l’altro dettagliatamente raccontato in Saving Mr. Banks, film da vedere assolutamente, di sicuro non ne sarebbe per niente contenta. Comunque sia, fa parte di una serie di film remake, che la Disney sta facendo negli ultimi anni, come tutta la serie di cartoni animati, che diventeranno dei veri film, come La bella e la Bestia o come Il libro della giungla. Tutto questo è frutto di scarse idee, ma rispetto al 1964, anno di uscita del film, gli effetti speciali sono cambiati completamenti e di sicuro la parte più scenica, sarà la novità assoluta e sarà dove la Disney punterà un sacco, perchè diciamolo chiaramente nessuno può competere con Julie Andrews. All’epoca Mary Poppins fu il primo film che realizzava, un balletto tra umani e cartoni animati e fu proprio questo, causa di rottura tra Disney e la scrittrice del racconto dal quale il film è tratto, che definiva l’idea troppo infantile. Per chi ogni anno, sotto natale ne guarda almeno un pezzettino, sarà impossibile non diffidare di questo remake, ma comunque dato che il business e i soldi sono più importanti di tutto, speriamo che l’immagine di Mary Poppins, non ne venga troppo scalfita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *