JANET GAYNOR LA VERA BIANCANEVE

Ben pochi conoscono l’attrice americana del cinema muto Janet Gaynor, ma tutti conoscono Biancaneve di Walt Disney. La Gaynor è stata nel 1929, la prima attrice a vincere il premio Oscar, nato proprio in quell’anno, non con un solo film, ma con ben tre pellicole nello stesso anno, Settimo cielo, L’angelo della strada e Aurora. Ad omaggiarla fu Walt Disney, che cercava un volto, per il suo primo lungomentraggio animato, dal titolo Biancaneve e i sette nani, storia riveduta e corretta, di quella dei fratelli Grimm. Solo quattro anni prima, la giovane Gaynor, vinse un concorso di nuovi volti per il cinema e poco dopo ebbe la sua prima prova su un set cinematografico. In pochi anni, riuscì a farsi un nome nell’industria e Walt Disney, usò il suo ingenuo sguardo per la protagonista del suo film, che nessuno voleva fare, perchè all’epoca costava una follia. Disney dovette andare anche contro, la sua stessa famiglia, che non voleva dissipare i soldi per un cartone animato troppo lungo. Nel 1934 si cominciò a trovare un team adatto alle sue esigenze, per poter approfondire le sfumature di quel classico e cambiarne adattandola ad un pubblico giovane. Proprio quell’anno Disney aiutò il regista Frank Loyd, per le scene animate del suo film, Chiaro di Luna, dove la protagonista era proprio Janet, la sua aria ingenua e le guance paffute, furono una grande ispirazione per lui, tanto che la chiamò nei suoi studios, per studiarne le forme e i colori. Ed ecco che nel 1937, sotto lo sguardo di tutta Hollywood, avvenne la prima di Biancaneve e i sette nani, film, diventato la più grande pietra miliare di Disney e rimasto nella storia del cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *