LO STORYBOARD

Cos’è lo storyboard? Semplicemente una vignetta, che illustra ad addetti ai lavori e registi, come girare il film, scena per scena. Lo storyboard si dice, esista fin dai tempi del cinema di Georges Méliès, ma poi fu Walt Disney, a farne un vademecum per tutti, perchè aiutava la realizzazione dei loro lungometraggi animati, ma più che altro, era uno specchietto per i produttori, nel capire cosa stavano finanziando e cosa già in precedenza, si doveva togliere dal film. Nello storyboard, si vedono le diverse riprese da fare e mediante delle freccette, si vede il movimento che la macchina da presa dovrà fare, inoltre da già una previsione sui dettagli per i primi piani degli attori. Non è fondamentale per la realizzazione del film, ma tanti specialmente con i film ad alto budget, vogliono già sapere in aniticipo, cosa in quel determinato giorno andranno a girare, per non perdere tempo e soldi. Alcuni registi inoltre, preferiscono farseli da soli, come nel caso di Martin Scorsese e come nel caso di Federico Fellini, amante delle caricature e dei fumetti. Il vero maestro dell’impiego dello storyboard però è stato Alfred Hitchcock, che disegnava dettagliatamente scena per scena, tanto da dover usare centinai di scatole ogni fine film, perchè amava metterseli via tutti. L’utilizzo di tale supporto, è però legato soprattutto al cinema americano, tanto che ne hanno già fatta un’evoluzione con ilo Story Reel, ovvero uno storyboard con inserite musiche e cambiamento di immagini, per poter far capire meglio il proprio progetto ai collaboratori.

[smartslider3 slider=24]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *