I BOZZETTI DI DANTE FERRETTI

Dante Ferretti, uomo made in Italy, ma trapiantato ad Hollywood, dove ci sono i soldi per le sue grandiose scenografie, ha cominciato la sua carriera con Federico Fellini, il quale lo ha invitato ad aiutare un allora giovane regista, alias Martin Scorsese nell’allestimento del suo nuovo film. E’ da qui, che la carriera di Dante Ferretti decolla in maniera internazionale, portandolo ad essere il grande scenografo vincitore di tre premi Oscar. La sua carriera inizia quando decide di andare a studiare all’istituto d’Arte e poi all’ Accademia delle Belle Arti, il suo talento nel disegno e nella prospettiva, lo porta a diventare l’aiutante di alcuni scenografi e poco dopo, incontra Francesca Lo Schiavo, con cui crea il grande sodalizio artistico e personale, ma soprattutto grazie al Nome della Rosa, la ribalta internazionale, gli spalanca le porte. Il grande legame però, resta quello con Scorsese, con il quale ha creato le più maestose scenografie, che a tutt’oggi possono essere viste a Cinecittà, perchè entrate nel patrimonio culturale del cinema. In realtà Ferretti, non è mai geloso dei suoi lavori e finito il film, smonta sempre tutto e butta via tutto, in realtà, un gran peccato però, ma comunque il suo lavoro, resta ancora legato alla carta, penna e colori, senza l’aiuto di softwar, proprio per questo a volte si trova a mostrare bozzetti ai registi, anche della lunghezza di due metri. Qui sotto viene riportata una breve galleria, dei suoi lavori più famosi.

 

[smartslider3 slider=15]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *